Scienze della terra - con elementi di geografia...
Chimica - Il Bignamino - Scuole Superiori e...
Statistica - Il Bignamino - Scuole Superiori e Università
  • Statistica - Il Bignamino - Scuole Superiori e Università

Statistica - Il Bignamino - Scuole Superiori e Università

8,50 €
Tasse escluse

Riassunto di statistica

Il volume è rivolto agli studenti delle scuole superiori e dell’università. Si articola in cinque parti: 1) dati e frequenze; 2) indici di posizione (medie statistiche, quantili, rapporti statistici); 3) indici di variabilità (misure di dispersione, dispersione assoluta e relativa); 4) analisi combinatoria e calcolo delle probabilità; 5) variabili casuali e distribuzioni di probabilità. Seguono due tabelle, la prima delle aree sottese dalla curva normale standardizzata, la seconda delle ordinate della curva normale standardizzata. Il testo, oltre a contenere numerosi esempi utili alla comprensione, presenta alla sua conclusione una serie di esercizi suddivisi per argomento, con le relative soluzioni.

Quantità

Rivolto agli studenti delle scuole superiori e dell’università.

Estratto:

1.1    Dati statistici
La statistica è la disciplina che studia quantitativamente i fenomeni collettivi, ossia quei fenomeni che si possono percepire solo tramite una pluralità di osservazioni.
L’osservazione è rivolta al caso individuale (unità statistica) con cui il fenomeno collettivo si manifesta; l’insieme dei casi individuali costituisce la popolazione statistica: gli abitanti di un pae­se nel cen­simento demografico, i prezzi dei singoli beni sul mercato nell’indagine sul costo della vita, le persone di cui si vuole rilevare l’orien­­tamento su una data questione nei sondaggi di opinione ecc.
1.1.1    I fenomeni collettivi
Il metodo statistico è fondato sull’analisi di fenomeni col­let­ti­vi, al fine di ricavare, pur nella varietà delle singole manifestazioni, le leggi sog­giacenti ai fenomeni stessi, o almeno di evidenziare eventuali regola­ri­tà, in modo da poter trarre previsioni relative al comportamento futuro.
Per esempio, il prezzo di un’abitazione in una grande città, la causa di morte di un individuo, la produzione di lavatrici di un’azien­da ecc. sono fenomeni singoli; invece i prezzi delle abitazioni dello stesso tipo di una grande città, la mortalità di una popolazione secondo le cause, la produzione di lavatrici di una nazione ecc. sono fenomeni collettivi.
I fenomeni analizzabili statisticamente, inoltre, sono caratterizzati da ri­sultati incerti, cioè non completamente prevedibili dall’osservatore (ciò può dipendere dalla natura del fenomeno, da una incompleta co­no­scen­za delle sue manifestazioni, oppure semplicemente dal­l’inac­cu­ra­tez­­za del metodo o dello strumento usato per la rilevazione). Descrivere e in qualche modo prevedere questa “variabilità” dei fenomeni reali è uno degli obiettivi principali: la statistica cerca proprio di sintetizzare la molteplicità degli aspetti singoli mediante dei parametri (come me­die, scarti, rapporti ecc.) e di evidenziare relazioni fra fenomeni diversi.
Prima di iniziare un’indagine statistica, occorre definire con precisione gli scopi e gli obiettivi per cui si fa la ricerca.
I fenomeni statistici devono essere osservati nelle cosiddette unità sta­tistiche, dotate di una certa omogeneità di caratteristiche. Le unità sta­tistiche sono quindi i supporti materiali nei quali è osservabile il fe­nomeno; per esempio, per analizzare statisticamente l’incidenza di una certa malattia professionale (fenomeno) dobbiamo effettuare del­le osservazioni su un numero opportuno di lavoratori che svolgo­no quel determinato lavoro: ogni lavoratore sarà dun­que un’unità statistica.
L’insieme di tutte le unità statistiche costituisce un insieme omogeneo, detto universo o popolazione o collettivo statistico (es.: persone, abitazioni, automobili, animali, precipitazioni atmosferiche, consumi ecc.) e in esso si esaminano quanti elementi presentano il carattere, o i caratteri, oggetto di studio.
Per osservare i fenomeni statistici è necessario specificare una se­­rie di regole; per esempio, dovendo fare un’indagine sul lavoro di­pen­dente, il ricercatore dovrà decidere in quale territorio effettuare la ricerca, su quali fasce di età focalizzare la sua attenzione, se è di interesse il lavoro maschile o femminile o di entrambi i tipi ecc.
Anche se quindi appare ovvio, è importante specificare la popolazione, l’universo, su cui deve essere effettuata l’indagine, perché la mancanza di chiarezza può provocare perdite di tempo, di denaro o anche fornire risultati non attendibili.
Una popolazione statistica può essere finita (es.: il numero di copie di un quotidiano vendute in un’edicola in un giorno) o infinita (es.: tut­te le possibili uscite della faccia di un dado in lanci successivi del dado stesso) (...).

1111-S5E4S
99 Articoli

Scheda tecnica

Tipo Scuola
Scuole Superiori
Numero Pagine
254
Altezza
165
Larghezza
120
Peso
188

Scarica

Riassunto di statistica-1111

riassunto di statistica con esercizi svolti

Scarica (107.57k)

Potrebbe anche piacerti

Chimica - Il Bignamino -...

Chimica - Il Bignamino - Scuole Superiori e Università
14,00 €

Prontuario di Matematica:...

Prontuario di matematica - Algebra, Geometria analitica, Trigonometria, Analisi - Scuole Superiori
9,00 €

La matematica in tasca

La matematica in tasca
3,50 €

Manuale sintetico di...

Manuale sintetico di matematica - Scuole Superiori e Università
12,00 €

Quaderno di Matematica -...

Quaderno di Matematica - per l'Università - i concetti base in funzione dell'Esame
11,50 €

Quaderno di Matematica -...

Quaderno di Matematica - Per la Maturità Scientifica - Esercizi in preparazione all'Esame di Stato
12,50 €