Pacchetto Grammatica Greca
Pacchetto Maturità - Liceo Scientifico

Pacchetto Maturità - Letteratura Liceo Classico

Riassunti di letteratura italiana, greca e latina, per favorire il ripasso e la ripresa dei programmi scolastici nella preparazione dell'Esame di Maturità Classica.


11,00 €
8,80 € Risparmia 20%


8,00 €
6,40 € Risparmia 20%


8,50 €
6,80 € Risparmia 20%

27,50 €
22,00 € Risparmia 20%
Tasse escluse
Quantità

Descrizione Pacchetto

Selezione di riassunti di letteratura (italiana, greca e latina) per aiutare gli studenti (in particolare del Liceo Classico) nella preparazione delle prove dell'Esame di Maturità.

Descrizioni Libri Pacchetto

Riassunto di letteratura italiana (speciale Maturità)

Il volume inizia dall’età del Decadentismo con Pascoli e D’Annunzio. Seguono le avanguardie storiche (futurismo, espressionismo, surrealismo), le riviste fiorentine, i crepuscolari, Svevo e Pirandello. Fra le due guerre: Ungaretti, Montale, l’Ermetismo, Saba e Quasimodo. Per la prosa d’arte e narrativa: Tozzi, Bacchelli, Silone, Alvaro, Bontempelli, Buzzati. Secondo dopoguerra: Moravia, Pavese, Vittorini, Fenoglio, Jovine, Pratolini, Calvino, Levi, Tomasi di Lampedusa, Bassani e Cassola.


Questo testo è destinato principalmente alla preparazione dell'esame di maturità. Sintetico e completo, è uno strumento ideale per assimilare i concetti chiave e permettere un ripasso metodico e strutturato.

Indice

Capitolo I – L'età del decadentismo


Che cos’è il Decadentismo

Contesto storico


Contesto culturale


Crisi del positivismo

La nuova filosofia


La nuova funzione dell’arte


Arte = vita

Estetismo

Nuovo uso della parola


Nascita del Decadentismo: l’Avanguardia letteraria francese


I Parnassiani


I decadenti


Il Simbolismo


Le riviste decadenti


La codificazione del nuovo gusto


Altri aspetti del Decadentismo europeo


Il Decadentismo in Italia


Diffusione del Decadentismo in Italia


Contesto storico-culturale


Specificità del Decadentismo italiano


Antonio Fogazzaro


La vita


Ideologia politica e religiosa


Il modernismo


La poetica


La parabola narrativa

Giovanni Pascoli


La vita


L’ideologia


La poetica


La prosa

Il fanciullino


Le opere


Il simbolismo pascoliano


La lingua e lo stile


La metrica


Pascoli prosatore e critico


La fortuna


Gabriele D’Annunzio


La vita


Le opere


Il linguaggio


La fortuna


Cap. II – Il primo Novecento


Contesto storico


Contesto culturale


I «pensatori negativi»


Il pensiero scientifico e la crisi dei fondamenti


Lo strutturalismo


Altri movimenti di pensiero


Rapporti fra sistema socio-culturale e sistema letterario: 
suggestioni ed esempi stranieri


Aree e tendenze della cultura europea


I grandi maestri della narrativa


Le Avanguardie storiche


Lo spirito di avanguardia


Avanguardie storiche


Futurismo


Diffusione del Futurismo


Ideologia futurista


Poetica futurista


Gian Pietro Lucini


Espressionismo


Dadaismo


Surrealismo


Le riviste fiorentine e il dibattito culturale 
nel primo Novecento


Giovanni Papini

Giuseppe Prezzolini


Renato Serra


Scipio Slataper


Giani Stuparich


Giovanni Boine


Camillo Sbàrbaro


Piero Jahier


Clemente Rebora


I crepuscolari

Guido Gozzano


Sergio Corazzini


Corrado Govoni


Aldo Palazzeschi


Marino Moretti


Arturo Onofri


Dino Campana

Il trascolorare del verismo


Grazia Deledda


Cap. III – Italo Svevo e Luigi Pirandello


Una dimensione europea


Italo Svevo


La vita


La formazione culturale


Svevo narratore


Il teatro


Svevo scrittore


La fortuna: il «caso Svevo»


Luigi Pirandello


La vita


La formazione culturale


L’ideologia


La poetica dell’umorismo


Pirandello poeta e novelliere


I romanzi


Il teatro


La lingua e lo stile


La fortuna


Cap. IV – Il dibattito culturale fra le due guerre


Contesto storico-culturale


Cenni sulla cultura e sulla letteratura europea


La Ronda


Le posizioni di Piero Gobetti e di Antonio Gramsci


Piero Gobetti


Antonio Gramsci


Strapaese e Stracittà


La cultura del Fascismo


Solaria e Il Frontespizio


Cap. V – La poesia tra le due guerre


Introduzione


Giuseppe Ungaretti


La vita


Formazione umana e culturale


Itinerario poetico


L’ultimo Ungaretti


Tematiche fondamentali

Eugenio Montale


La vita


Ideologia e tematica


La poetica e il linguaggio


Le raccolte di versi


Montale prosatore, traduttore e critico


Umberto Saba


La vita


Le tematiche


Lo stile e la lingua


L’Ermetismo


Il termine


Definizione storica dell’ermetismo


La poetica


I poeti ermetici


La «poesia pura» o «moderna»


Salvatore Quasimodo


La vita


La personalità


Rapporto con l’ermetismo


La nuova poesia

Cap. VI – Prosa d’arte e narrativa tra le due guerre


La prosa d’arte


La narrativa


Il ritorno al romanzo


Federigo Tozzi


Riccardo Bacchelli


Giuseppe Antonio Borgese


La narrativa di opposizione


Carlo Bernari


Ignazio Silone


Il mito dell’America


Solaria


Corrado Alvaro


Il realismo magico


Massimo Bontempelli


Il filone fantastico: Savinio, Landolfi, Buzzati


Albero Savinio


Tommaso Landolfi


Dino Buzzati


La produzione memorialistica del primo dopoguerra


Cap. VII – Dal neorealismo alla neoavanguardia


Contesto storico


Contesto culturale


Il neorealismo


Narratori nell’età del neorealismo


Alberto Moravia


La posizione di Cesare Pavese e Elio Vittorini

Cesare Pavese


Elio Vittorini


Beppe Fenoglio


Francesco Jovine

Vasco Pratolini


Italo Calvino


La letteratura di testimonianza


Primo Levi


Giuseppe Berto


Mario Rigoni Stern


Carlo Levi


Il filone regionalistico-meridionale

Domenico Rea


Michele Prisco


Mario Pomiglio


Narratori al di là del neorealismo

Giuseppe Tomasi di Lampedusa


Giorgio Bassani


Carlo Cassola


Altre forme di narrativa

Guido Piovene


Bonaventura Tecchi


Vitaliano Brancati


Mario Soldati


Romano Bilenchi


Mario Tobino


Giuseppe Dessì


Cap. VIII – La letteratura dei contemporanei


Contesto storico


Contesto culturale


Suggestioni ed esempi stranieri


La neoavanguardia


Moduli nuovi per una realtà problematica

Carlo Emilio Gadda


Pier Paolo Pasolini


Franco Fortini 


Andrea Zanzotto


Altre voci della narrativa contemporanea


Leonardo Sciascia


Paolo Volponi


Goffredo Parise


Antonio Pizzuto


Stefano D’Arrigo


Gesualdo Bufalino


Vincenzo Consolo


Giovanni Arpino


Guido Morselli


Salvatore Satta


Ferdinando Camon


Umberto Eco 


La narrativa femminile

Elsa Morante


Lalla Romano


Natalia Ginzburg


Maria Bellonci


Anna Maria Ortese


Gina Lagorio


La poesia del secondo Novecento


Il neorealismo


Poeti dell’area lombarda


Poeti di area ligure e romana


Cap. IX – Il teatro del Novecento


Linee di tendenza del teatro straniero del ’900


Il panorama teatrale italiano


Il teatro di origine dannunziana


Il teatro sintetico dei futuristi


Sopravvivenze di teatro «verista»


Il teatro del grottesco


Il teatro del ventennio fascista


Il varietà e il teatro dialettale


Eduardo De Filippo


Il teatro d’inchiesta: Betti e Fabbri


Altre esperienze


Cap. X – I metodi della critica letteraria del Novecento


Benedetto Croce e la critica estetica


La critica storicistica


La critica marxista


La critica psicanalitica


La critica sociologica


La critica stilistica


La critica simbolica e tematica


La critica strutturalistica e semiologica

Riassunto di letteratura greca

Sintesi agilissima, ottima per il ripasso finale in vista di un esame. La storia della letteratura greca è suddivisa in quattro grandi periodi: ionico, attico, ellenistico e greco-romano. I vari autori e le diverse opere sono affrontati per generi letterari, che spaziano dalla favola all’epica, dalla lirica al dramma, dalla storia al romanzo. Due capitoli sono dedicati alla letteratura giudaica e cristiana. Gli argomenti salienti sono i poemi omerici, la tragedia di Eschilo, Sofocle ed Euripide, la commedia di Aristofane, la storiografia di Erodoto, Tucidide e Senofonte, gli oratori, i filosofi, la poesia di Callimaco. Appendice sulla civiltà greca che illustra la costituzione di Sparta e Atene, l’esercito, la religione, i giochi e gli spettacoli.


Introduzione
Caratteri della letteratura greca
La letteratura greca, per quanto gli studi più recenti tendano a metterne in luce i diversi rapporti con le precedenti ci­viltà orientali (Babilonesi, Fenici, Egizii, ecc.), si può considerare una letteratura in gran parte originale:
a) per l’aspetto sostanziale, specie per quanto riguarda la mi­­tologia, in cui i Greci crearono con una fer­tilità fan­tastica ve­ramente eccezionale;
b) per l’aspetto formale, specie per quanto riguarda i co­sid­detti “generi letterari”, in cui la Grecia fu da mo­del­lo per la letteratura romana e per le successive letterature euro­pee;
Si noti tuttavia che in Grecia ogni genere letterario conser­vò il dialetto della regione in cui era sorto: l’epica e la lirica ele­giaca e giambica conservarono il dia­letto ionico, la lirica me­lica il dialetto eolico, la lirica co­ra­le il dialetto dorico, la tra­gedia il dialetto attico nella parte dia­logata e quello dorico nella parte corale.
La prosa fece invece uso del dialetto di quella stirpe che eb­be successivamente l’egemonia politica e culturale: nell’età più antica si scrisse in ionico, nell’età che vide l’egemonia di Atene si scrisse in attico, quando Ate­ne cadde sotto la do­minazione macedone e la cultura ellenica si diffuse per tut­to il bacino del Mediterraneo si scrisse in una lingua detta uni­versale (koiné diálektos), cioè in una lingua che ha alla ba­se l’antico attico, ma diversamente co­lorito a seconda dei di­versi popoli con cui venne a contatto.
Periodi della letteratura greca


I periodi della letteratura greca sono quattro:
1° periodo – Periodo ionico: dalle origini fino al 500 a.C. (ini­zio delle guerre persiane). Fu chiamato ionico perché l’at­tività letteraria fiorì soprattutto tra le popolazioni della Io­nia. I generi più coltivati furono l’epica e la lirica.


2° periodo – Periodo attico: dal 500 a.C. fino al 323 a.C. (morte di Alessandro Magno). Fu chiamato attico perché l’at­tività letteraria fiorì soprattutto in Atene che, dopo le vittorie riportate sui Persiani, aveva conquistato l’egemonia su tutti i popoli della Grecia. I generi letterari più coltivati furono la poesia drammatica e i vari generi di prosa (storia, eloquenza, filosofia).


3° periodo – Periodo ellenistico o alessandrino: dal 323 a.C. fino al 30 a.C. (conquista romana dell’Egitto). Fu chiamato ellenistico o alessandrino perché l’attività letteraria – in seguito alle conquiste di Alessandro Magno – fio­rì nei pae­­si ellenizzati, e principalmente in Alessandria d’Egitto. I ge­­neri letterari più coltivati furono la nuova elegia, la poesia bu­colica, le scienze filosofiche, ecc.


4° periodo – Periodo greco-romano: dal 30 a.C. fino al 529 d.C. (chiusura del­la scuola filosofica di Atene per ordine di Giustiniano). Fu chiamato greco-romano perché la letteratura greca e quella la­­tina, strettamente collegate, formarono un unico movimento.

Riassunto di letteratura latina

Il testo ripercorre sinteticamente le tappe della letteratura latina, suddividendola in cinque periodi: il periodo delle origini, il periodo arcaico, il periodo aureo (ciceroniano e augusteo), il periodo argenteo e infine quello della decadenza. Si va dai più antichi documenti in lingua latina (Legge delle XII tavole), da Ennio, Plauto e Terenzio a Catone, da Lucrezio a Catullo, da Cicerone a Giulio Cesare, da Ovidio, Orazio, Virgilio a Seneca, Fedro e Marziale, da Tacito, Svetonio e Claudiano agli scrittori cristiani. Con un’appendice sfiziosa sulla civiltà latina che tratta di famiglia, abbigliamento, casa, istituzioni, esercito, divinità, giochi e spettacoli.


Indice

Caratteri della letteratura latina

Periodi della letteratura latina

PRIMO PERIODO

Periodo dalle origini (fino al 241 a.C.)

Caratteri generali

CAPITOLO 1 - Poesia e prosa

I più antichi documenti di lingua latina - Poesia religiosa - Poesia epica - Poesia drammatica - Prosa

SECONDO PERIODO

Periodo arcaico (241 a.C. - 81 a.C.)

Caratteri generali

CAPITOLO 1 - Poesia

Dramma - Epica - Satira

CAPITOLO 2 - Prosa

Storia - Eloquenza - Filosofia - Giurisprudenza - Grammatica e filologia

TERZO PERIODO

Periodo aureo ciceroniano (8 a.C. - 14 d.C.)

Caratteri generali

Periodo ciceroniano

Caratteri generali

Periodo augusteo

CAPITOLO 1 - Periodo ciceroniano: poesia

Dramma - Epica - Lirica

CAPITOLO 2 - Periodo ciceroniano: prosa

Eloquenza - Storia - Scienze varie

CAPITOLO 3 - Periodo augusteo: poesia

Epica - Satira - Lirica (elegiaca)

CAPITOLO 4 - Periodo augusteo: prosa

Storia - Giurisprudenza - Scienze varie

QUARTO PERIODO

Periodo argenteo (14-117 d.C.)

Caratteri generali

CAPITOLO 1 - Poesia

Epica - Lirica - Favola - Satira - Epigramma

CAPITOLO 2 - Prosa

Storia - Eloquenza e retorica - Filosofia - Giurisprudenza - Grammatica e filologia - Scienze varie

QUINTO PERIODO

Periodo della decadenza (117-476 d.C.)

Caratteri generali

CAPITOLO 1 - Poesia

Epica - Didascalica - Lirica

CAPITOLO 2 - Prosa

Storia - Eloquenza e retorica - Filosofia - Giurisprudenza - Grammatica - Scienze varie

GLI SCRITTORI CRISTIANI

CAPITOLO 1 - Poesia

CAPITOLO 2 - Prosa

APPENDICE - La Civiltà latina

Cronologia - Pesi e Misure - Monete - La famiglia - Vesti e abbigliamenti - Casa - Istituzioni repubblicane - Istituzioni imperiali - L'esercito - Religione - Giochi e spettacoli

PROSPETTI RIASSUNTIVI dalle Origini al 476 d.C.

INDICE DEGLI AUTORI