Pacchetto "Ripassone" Maturità
Pacchetto Imparare l'Italiano (per stranieri)

Pacchetto Grammatica Italiana

L'importanza della conoscenza e dello studio della grammatica in un unico pacchetto, utile come ripasso per riprendere i concetti imparati a scuola, ma anche per lo studio dei fondamenti principali, con anche un utile prontuario tascabile.


8,00 €
6,40 € Risparmia 20%


8,50 €
6,80 € Risparmia 20%


8,00 €
6,40 € Risparmia 20%


6,50 €
5,20 € Risparmia 20%

31,00 €
24,80 € Risparmia 20%
Tasse escluse
Quantità

Descrizione Pacchetto

Testi di analisi logica, fondamenti di grammatica e studio sui verbi, completati da un prontuario tascabile di grammatica italiana, pensati per le Scuole Superiori, ma anche per appassionati e insegnanti.

Descrizioni Libri Pacchetto

Riassunto di analisi logica

Il libro si divide in due parti, la sintassi semplice e la sintassi composta. La sintassi semplice studia ordinamento e funzione delle parole nella proposizione, esaminandone gli elementi che la compongono. La sintassi composta studia l’ordinamento delle proposizioni nel periodo, distinguendo la principale dalle subordinate. Con una pratica appendice su avverbi, locuzioni avverbiali, preposizioni.


La parola sintassi è di derivazione greca (dal verbo syntás­so, “ordinare insieme”). Letteralmente significa “composi­zio­­ne” o “coordinamento”; la sintassi è infatti quella parte del­la gram­matica che insegna l’esatto coordinamento delle par­­ti del discorso (proposizione e periodo).
La sintassi può essere di due specie: semplice e composta.


1) La sintassi semplice studia l’ordinamento e la funzione delle parole nella proposizione esaminandone gli elementi che la compongono, ossia: soggetto, predicato, complementi di­retti e indiretti, attributi e apposizioni.
2) La sintassi composta studia l’ordinamento delle propo­si­zioni nel periodo; insegna cioè a distinguere la proposizione prin­cipale da tutte le altre proposizioni che da essa dipendono.
La parola analisi deriva dalla corrispondente voce greca e si­gnifica “scomposizione” di un tutto nelle sue par­ti. In grammatica l’analisi consiste nello “studio del valore delle singole parti del discorso”.
L’analisi può essere di due tipi: grammaticale e logica.
1) Per fare l’analisi grammaticale o morfologica, bisogna co­noscere la mor­fo­logia, cioè la forma delle parole, perché es­sa serve a scomporre la frase nelle sue componenti e a dar­ne l’e­­satto valore, specificando per ciascuna di esse a quale par­­te del di­scor­so appartiene (nome, aggettivo, pronome, ver­bo, av­ver­bio, ecc.).
2) Per fare l’analisi logica o sintattica, bisogna conoscere la sintassi, cioè il coordinamento delle parole nella frase, perché es­sa serve a scomporre la frase nelle sue componenti sintat­ti­che, in modo da studiare la funzione logica che ogni parola, o gruppo di parole, ha nella proposizione (soggetto, predi­cato, complemento) o nel periodo (proposizione principale, su­bor­dinata, ecc.).
sintassi semplice.
Indice
sintassi semplice
Capitolo 1 - La proposizione, Tipi di proposizioni, Analisi logica della proposizione, Il verbo: la parte più importante, Il verbo transitivo,Il verbo intransitivo, Norme sull’uso del participio passato.

Capitolo 2 - Il soggetto.

Capitolo 3 - Il predicato,Predicato verbale.Predicato nominale,Verbi copulativi e verbi predicativi.

Capitolo 4 - I complementi, Attributo o complemento attributivo,Apposizione o complemento appositivo, Complemento oggetto o diretto, Osservazioni su soggetto, oggetto predicato, Complemento di relazione, Complementi predicativi, Complemento di denominazione, Complemento di vocazione, Complemento di specificazione, Complemento d’agente, Complemento di causa efficiente, Complemento di termine, Complemento di causa, Complemento di fine o scopo, Complemento di vantaggio o svantaggio, Complemento di mezzo o di strumento, Complemento di compagnia e di unione, Complemento di argomento, Complemento di materia, Complemento di abbondanza, Complemento di privazione o di difetto, Complemento di prezzo, Complemento di limitazione, Complemento di colpa, Complemento di pena, Complemento di età, Complemento di origine o provenienza, Complemento eccettuativo, Complemento di esclusione, Complemento di separazione o allontanamento, Complemento di modo o maniera, Complemento di qualità, Complemento di paragone, Complemento di esclamazione, Complemento etico o pleonastico.
Capitolo 5 - Complemento di quantità, Complemento di misura o estensione, Complemento di distanza o di spazio,    Complemento di peso, Complemento distributivo o di distribuzione.

Capitolo 6 - Complemento di luogo, Complemento di stato in luogo, Complemento di moto a luogo, Complemento di moto da luogo, Complemento di moto per luogo, Complemento di luogo figurato.

Capitolo 7 - Complemento di tempo, Complemento di tempo determinato, Complemento di tempo continuato, Altre relazioni di tempo, Sintassi composta.

Sintassi composta
Capitolo 1 - Il periodo e la proposizione, Il periodo, Coordinazione e subordinazione, Le proposizioni principali e secondarie, Proposizioni reggenti, Proposizioni esplicite e implicite, Trasformazione da implicita a esplicita.

Capitolo 2 - Coordinazione e subordinazione, La coordinazione, La subordinazione.

Capitolo 3 - Gradi di subordinazione.

Capitolo 4 - Costruzione del periodo, Regole per l’analisi logica del periodo.

Capitolo 5 - La proposizione principale, Proposizione enunciativa, Proposizione interrogativa diretta, Proposizione esortativa, Proposizione dubitativa, Proposizione potenziale, Proposizione desiderativa od ottativa, Proposizione imperativa, Proposizione esclamativa.

Capitolo 6 - La proposizione secondaria, Proposizione soggettiva, Proposizione oggettiva, Proposizione temporale, Proposizione finale, Proposizione causale, Proposizione modale, Proposizione strumentale, Proposizione concessiva, Proposizione limitativa o restrittiva, Proposizione avversativa, Proposizione consecutiva, Proposizione esclusiva, Proposizione eccettuativa, Proposizione dubitativa indiretta, Proposizione interrogativa indiretta, Proposizione interrogativa indiretta disgiuntiva, Proposizione comparativa, Proposizione condizionale o ipotetica, Il periodo ipotetico, Proposizione relativa, Proposizione incidentale.

Capitolo 7 - Discorso diretto e discorso indiretto.

Appendice
Le diverse relazioni di luogo di preposizioni, le locuzioni prepositive. Avverbi e locuzioni avverbiali di luogo. Le diverse relazioni di tempo delle preposizioni. Avverbi e locuzioni avverbiali di tempo. Avverbi e locuzioni avverbiali di modo o maniera. Avverbi e locuzioni avverbiali di quantità. Avverbi e locuzioni avverbiali affermativi, negativi, dubitativi. Preposizioni proprie, improprie e locuzioni prepositive. Preposizioni nei complementi indiretti. Complementi indiretti. La proposizione può essere. Uso dei modi e dei verbi nelle proposizioni subordinate. Modi dei verbi nelle proposizioni dipendenti. Modi dei verbi nelle proposizioni dipendenti. Correlazione dei tempi. I tempi del verbo nella proposizione dipendente. La proposizione nel periodo. Il periodo.

Scheda tecnica

Tipo Scuola
Scuole Medie
Numero Pagine
187
Altezza
150
Larghezza
105
Profondità
10
Peso
120

Riassunto di grammatica italiana

Strumento indispensabile per padroneggiare la grammatica della lingua italiana. Si suddivide in tre parti: fonologia, morfologia e sintassi. Nella fonologia si studiano suoni, alfabeto, accento, segni ortografici. La morfologia si occupa della forma delle parole, toccando nome, articolo, etc. La sintassi infine affronta tutti i complementi e si conclude con utili esempi di analisi logica.


La lingua italiana deriva dalla lingua latina, parlata dai Ro­ma­ni, antichi abitanti della nostra penisola. È una tra le lingue più dolci e armoniose, conta quasi otto secoli di vita ed è ricca di numerosissimi vocaboli.
Per esprimere i nostri pensieri e i nostri sentimenti ci servia­mo solo di una minima parte di questi vocaboli, ma perché il nostro pensiero possa essere perfettamente compreso da chi ci ascolta è necessario che sia espresso con la massima chiarezza, os­sia è necessario che le parole usate per esprimerlo sia­no scelte bene e ordinatamente disposte secondo precise regole. L’insieme di queste regole che determinano l’unione e il va­­ria­­re delle parole per formare il discorso si chiama gram­ma­­­ti­­­ca.


La grammatica è il complesso delle regole che insegnano a parlare e a scrivere correttamente. Si divide in tre parti principali:
1. FONOLOGIA
2. MORFOLOGIA
3. SINTASSI
La fonologia (studio dei suoni) si divide in ortoepia, che in­segna la corretta pronuncia, e ortografia, che insegna la cor­retta scrittura delle parole.
La morfologia (studio della forma delle parole) insegna il va­lore e le variazioni delle parole, classificandole nelle diverse parti del discorso (ossia i mutamenti di forma che subisco­no i sostantivi, gli articoli, gli aggettivi e i pronomi secondo la declinazione, e i verbi secondo la co­niugazione).
La sintassi (studio del coordinamento delle parole nel di­scor­so) insegna come si devono unire fra loro le parole in mo­do da esporre bene il nostro pensiero (ossia l’esatto ordina­men­­to delle parole nelle proposizioni e delle proposizioni nel pe­riodo).
Oltre a queste, esistono altre due parti della grammatica:
1. l’etimologia (connessa alla morfologia), che studia l’ori­gi­ne e la formazione delle parole;
2. la metrica (collegata alla sintassi), che insegna a misura­re i versi (raggruppamento armonico delle parole, costituito da un determinato numero di sillabe) e a unirli per formare le strofe.
Fonologia
Capitolo 1 - L’alfabeto. Uso della lettera maiuscola.
Capitolo 2 - Le vocali. Dittonghi e trittonghi. Iato.   
Capitolo 3 - Le consonanti. Il suono delle consonanti. Raddoppiamento delle consonanti. Da non dimenticare.
Capitolo 4 - La sillaba. Divisione delle sillabe.
Capitolo 5 - L’accento tonico. Uso dell’accento.
Capitolo 6 - Elisione e troncamento. Elisione. Troncamento. Uso dell’elisione e del troncamento. Apocope. La “d” eufonica.
Capitolo 7 - Punteggiatura e segni ortografici. La punteggiatura. I segni ortografici.
Capitolo 8 - Le abbreviazioni. Nella corrispondenza. Editoriali. Indicatori temporali. Professioni e titoli. Commerciali. Alcune sigle.
Morfologia
Capitolo 1 - Le parti del discorso. Parti variabili. Parti invariabili. Analisi grammaticale. La declinazione. La coniugazione.
Capitolo 2 - Il nome. Nomi comuni, propri, collettivi. Nomi derivati. Nomi alterati. Nomi composti. Genere del nome. Numero del nome. Nomi indeclinabili. Nomi difettivi. Nomi sovrabbondanti. Plurale dei nomi composti.
Capitolo 3 - L’articolo. Uso dell’articolo determinativo. Uso dell’articolo indeterminativo. L’articolo partitivo.
Capitolo 4 - L’aggettivo. Aggettivo qualificativo. Comparativi e superlativi irregolari. Alterazione degli aggettivi. Aggettivi sostantivati. Aggettivo determinativo.   
Capitolo 5 - Il pronome. Pronomi personali. Pronomi possessivi. Pronomi dimostrativi. Pronomi relativi. Pronomi indefiniti. Pronomi interrogativi ed esclamativi.    
Capitolo 6 - Il verbo. Verbi transitivi e intransitivi. Verbi ausiliari. Verbi servili. Verbi fraseologici. Le forme del verbo. Verbi riflessivi. Verbi predicativi e copulativi. Le coniugazioni.
Capitolo 7 - Coniugazione dei verbi ausiliari. Essere. Avere.
Capitolo 8 - Coniugazione dei verbi regolari. Prima coniugazione – Amare. Seconda coniugazione – Credere. Terza coniugazione – Sentire. Coniugazione transitiva riflessiva – Lavarsi. 
Capitolo 9 - Alcune particolarità. Verbi in -ciare -giare -sciare. Verbi in -care -gare -scare. Verbi in -iare. Verbi con suffisso -isc-. Verbi servili. Verbi composti. Verbi sovrabbondanti.
Capitolo 10 - I verbi irregolari. Verbi irregolari della prima coniugazione. Verbi irregolari della seconda coniugazione. Verbi irregolari della terza coniugazione.
Capitolo 11 - I verbi difettivi e impersonali. Verbi difettivi. Verbi impersonali.
Capitolo 12 - L’avverbio. Avverbio di luogo. Avverbio di tempo. Avverbio di quantità. Avverbio di affermazione. Avverbio di negazione. Avverbio di dubbio. Avverbio di modo. Locuzioni avverbiali.
Capitolo 13 - La preposizione. Preposizioni proprie. Preposizioni improprie. Locuzioni prepositive.
Capitolo 14 - La congiunzione. Congiunzioni coordinative. Congiunzioni subordinative.Locuzioni congiuntive.
Capitolo 15 - L’interiezione.
Capitolo 16 - L’analisi grammaticale. Esempi di analisi grammaticale.
Elementi di sintassi
Capitolo 1 - Sintassi semplice. La proposizione. Il soggetto. Il predicato. I complementi. Complemento di specificazione. Complemento di termine. Complemento di compagnia e unione. Complemento di modo. Complemento di causa. Complemento di mezzo. Complemento di luogo. Complemento di tempo. Complemento di età. Complemento di paragone. Complemento di materia. Complemento di argomento. Complemento di distanza. Complemento di vantaggio e svantaggio. Complemento di vocazione ed esclamazione. Complemento di agente e causa efficiente. L’attributo. L’apposizione.

Capitolo 2 - L’analisi logica. Esempi di analisi logica.

Scheda tecnica

Tipo Scuola
Scuole Medie
Numero Pagine
224
Altezza
150
Larghezza
105
Profondità
13
Peso
129

Compendio dei verbi taliani

La perfetta conoscenza dei verbi italiani è indispensabile per scrivere e parlare bene la lingua italiana, oltre che per lo studio di qualsiasi altra lingua. Tutte le regole grammaticali riguardanti i verbi, le tavole delle desinenze delle tre coniugazioni regolari. Voci dei verbi irregolari, difettivi e impersonali. Indice di oltre 4000 verbi transitivi e intransitivi.


La perfetta conoscenza dei verbi italiani è indispensabile per scrivere e parlare bene la lingua italiana, oltre che per lo stu­dio del latino e di qualsiasi altra lingua.
In questo volumetto troverete, unitamente a tutte le regole grammaticali riguardanti i verbi, le tavole delle desinenze delle tre coniugazioni regolari e tutte le voci dei verbi ir­re­­golari e difettivi.
Di molto aiuto saranno anche le numerose indicazioni sull’uso dei verbi ausiliari.
Infine, di particolare utilità, troverete l’indice di oltre 4.000 ver­bi transitivi e intransitivi con il loro ausiliare e con l’in­di­ca­zio­ne della pagina dove è riportato il modello di co­niu­ga­zio­ne.
Il termine verbo deriva dal latino verbum, che vuol dire “pa­­­rola”, ed è la parte più importante del discorso, infatti senza il verbo, che ha fun­zione predicativa, un discorso non si reg­ge­­reb­be.
In analisi grammaticale il verbo è quella parte variabile del di­scorso che indica un’esistenza, un’azione, uno stato o un modo di essere di persone, animali o cose.
    Es.: Dio è (esiste), io sono (esisto): indicano un’esistenza.   
          Giorgio scrive, il gatto corre: indicano un’azione.   
          Noi viviamo qui, voi siete ammalati: indicano uno stato, un mo­do di essere.
Il verbo è formato da una parte invariabile, che si chiama te­ma (costituita dalla radice più la vocale tematica), e da una par­te variabile, che si chiama desinenza. Il tema del verbo si ottiene togliendo la desinenza dall’infi­ni­to presente.
    Es.: nel verbo amare: ama- è il tema (formato dalla radice am- più la vocale tematica -a); -re è la desinenza.
Coniugare un verbo vuol dire cambiarne per ordine le de­si­­nenze. Il verbo varia secondo: il numero, la persona, il modo, il tempo.
Indice.
Capitolo 1 - Il verbo. Il numero del verbo. Le persone del verbo. I modi del verbo. Modi definiti. Modi indefiniti. I tempi del verbo. Il presente storico. Presente nel futuro.
Capitolo 2 - Verbi ausiliari: essere e avere. Come si usano i verbi ausiliari. Coniugazione del verbo Essere. Coniugazione del verbo Avere.   
Capitolo 3 - Le forme del verbo. Verbi transitivi. Verbi intransitivi. Come distinguere i verbi transitivi dagli intransitivi. Verbi transitivi usati intransitivamente e viceversa. Verbi riflessivi.
Capitolo 4 - Verbi servili: dovere, potere, volere. Uso dell’ausiliare con i verbi servili.
Capitolo 5 - Verbi composti e verbi sovrabbondanti. Verbi composti. Verbi sovrabbondanti.
Capitolo 6 - Le coniugazioni. Le tre coniugazioni.
Capitolo 7 - Verbi regolari. Desinenze della prima coniugazione. Desinenze della seconda coniugazione. Desinenze della terza coniugazione.    
Prima coniugazione: Amare. Seconda coniugazione: Credere. Terza coniugazione: Sentire. Coniugazione transitiva riflessiva: Lavarsi.
Capitolo 8 - Alcune particolarità dei verbi. Verbi in -ciare, -giare, -sciare. Verbi in -care, -gare, -scare. Verbi in -iare. Verbi con suffisso -isc- (incoativi). Dittongo mobile.
Capitolo 9 - Verbi irregolari. Verbi irregolari della prima coniugazione. Verbi irregolari della seconda coniugazione. Verbi irregolari della terza coniugazione.
Capitolo 10 - Verbi difettivi. Verbi difettivi usati soltanto in poesia.
Capitolo 11 - Verbi impersonali. Verbi impersonali impropri. Forme impersonali. L’ausiliare dei verbi impersonali. Modelli di coniugazione dei verbi impersonali.   
Capitolo 12 - Uso dei verbi. Concordanza soggetto e predicato. Concordanza del participio passato. Participio passato e aggettivo. Correlazione dei verbi nel periodo ipotetico. Forma negativa. Forma interrogativa.
Capitolo 13 - Uso degli ausiliari.   

Indice dei verbi transitivi e intransitivi con il loro ausiliare.

Scheda tecnica

Tipo Scuola
Scuole Medie
Numero Pagine
252
Altezza
150
Larghezza
105
Profondità
14
Peso
125

Prontuario di analisi grammaticale

Con oltre 1000 esempi, con tavole riassuntive delle nove parti del discorso, indice alfabetico dei più comuni aggettivi, pronomi, avverbi, preposizioni ecc. e l'indicazione delle norme da seguire per l'esatta analisi grammaticale della proposizione.


Indice

Nota per gli studenti - Sommario

Termini abbreviati

Analisi grammaticale

Norme per l'analisi grammaticale

Tavola sinottica delle nove parti del discorso

NOME

- Prefissi e suffissi nella formazione dei nomi

- I prefissi

- I suffissi nell'alterazione dei nomi

- I suffissi nella formazione dei nomi derivati

- Esempi di parole formate con prefissi e suffissi di origine greca e latina

- Osservazioni sul nome

- Analisi grammaticale del nome

ARTICOLO

- Osservazioni sull'articolo

- Analisi grammaticale dell'articolo

AGGETTIVO

- Tavola delle cifre arabiche e dei numeri cardinali, ordinari e romani

- Comparativi e superlativi regolari

- Aggettivi che non ammettono gradi

- Osservazioni sugli aggettivi

- Analisi grammaticale dell'aggettivo

PRONOME

- Particelle pronominali

- Osservazioni sul pronome

- Analisi grammaticale del pronome

VERBO

- Tavola del numero e delle persone del verbo

- Tavola dei tempi del verbo

- Tavola dei modi e dei tempi del verbo

- Tavola della coniugazione del verbo

- Tavola dei generi del verbo

- Tavola riassuntiva del verbo

- Note sul participio passato

- Osservazioni sul verbo

- Analisi grammaticale del verbo

AVVERBIO

- Locuzioni avverbiali

- Osservazioni sull'avverbio

- Analisi grammaticale dell'avverbio

PREPOSIZIONE

- Specchietto delle preposizioni

- Osservazioni sulla preposizione

- Analisi grammaticale della preposizione

CONGIUNZIONE

- Forma della congiunzione

- Osservazioni sulla congiunzione

- Analisi grammaticale della congiunzione

INTERIEZIONE

- Osservazioni sull'interiezione

- Analisi grammaticale dell'interiezione

Norme importanti per l'esatta analisi grammaticale

Indice dei più comuni aggettivi, avverbi, modi avverbiali, pronomi, preposizioni, congiunzioni, interiezioni

Indice degli esempi

Appendice

- Note importanti di lessico

- Le abbreviazioni

- Abbreviazioni nella corrispondenza

- Abbreviazioni commerciali

- Abbreviazioni editoriali

- Abbreviazioni indicanti tempo

- Abbreviazioni nelle lapidi, epigrafi, scritture sacre

- Abbreviazioni professioni e titoli

- Spiegazione dei termini grammaticali contenuti nel prontuario

Scheda tecnica

Numero Pagine
150
Altezza
105
Larghezza
90
Profondità
175
Peso
8